+39 083 1840607

Blog

14 Gen 2021

Come rendere più performante la propria impresa con il Business Design

Un’impresa di successo si distingue dalle altre per le performance del proprio modello di business.

Secondo Alexander Osterwalder il modello di business è la logica con cui un’organizzazione, sia profit ma anche non profit, crea distribuisce e cattura valore. Valore nei confronti del cliente che in questo modo può avere un motivo per acquistare la proposta a lui riservata, valore nei confronti dell’organizzazione stessa, perché grazie ai ricavi generati dalla vendita, il modello di business, se sostenibile, riuscirà a coprire abbondantemente i costi e generare profitti. Senza profitti soddisfacenti, ogni azienda rischia la sopravvivenza, perché senza risorse autogenerate, ogni business potrebbe avere difficoltà a ripagare i fattori produttivi e soprattutto a migliorarsi.

 

Potrebbe sembrare scontato, ma un modello di business è tanto più performante quanto più riesce a mettere nelle condizioni l’azienda di fare soldi.

 

Il Business Design è la disciplina che si occupa di strategie aziendali seguendo la logica del valore. Ogni business è progettato intorno ad una proposta di valore per un determinato target di clienti, il Business Model Canvas è lo strumento che usa il Business Designer per mappare il modello di business esistente. La mappatura del modello fa crescere la consapevolezza sulle logiche del proprio business e permette di definire gli input per un processo che con l’approccio giusto permette di portare il business a diventare più performante ed innovativo. 

 

Quando si parla di performance aziendali, usualmente si fa riferimento a quell’insieme di misure e/o indicatori chiave, chiamati K.P.I. (Key Performance Indicator), che se confrontati con gli stessi dei competitor ci permettono di capire se possiamo vantare di un vantaggio competitivo nei loro confronti e/o ragionare su eventuali margini di miglioramento. E come per ogni atleta, l’obiettivo di miglioramento, può sempre essere raggiunto valutando i progressi rispetto alle performance precedenti. Non solo ogni imprenditore dovrebbe conoscere le performance della propria impresa, ma soprattutto dovrebbe non fermarsi agli indicatori economico finanziari, che da soli danno evidenza dei risultati di gestione non permettendo di ragionare sulle cause che hanno contribuito a generarli.

 

Per tutti gli imprenditori, che sentono la necessità di definire nuove strategie aziendali con l’obiettivo di rendere più performanti le proprie imprese, un aiuto può arrivare proprio dal Business Design. 

 

Osterwalder, l’ideatore del Business Model Canvas, nel suo libro “Value proposition Design” per valutare le performance di un modello di business identifica sette punti su cui ogni imprenditore dovrebbe porre una congrua riflessione nell’intento di migliorare la propria azienda. 

 

In particolare, ragionando sulla modalità di generare ricavi, sull’entità della struttura dei costi e/o sulla capacità di proteggersi dei competitor e conservare il portafoglio clienti è possibile esprimere una valutazione rispetto alle performance del proprio modello di business. 

 

Questi i punti su cui riflettere:

 

  1. Facilità o difficoltà nell’abbandono da parte dei clienti (costi di transizione);
  2. Ricavi da vendite transazionali o presenza di vendite automatiche (ricavi ricorrenti)
  3. Capacità o meno di generare ricavi prima di sostenere i costi (guadagnare prima di spendere)
  4. Struttura dei costi superiore o inferiore rispetto ai concorrenti (struttura dei costi)
  5. Presenza o meno di partner esterni che sostengono in toto o in parte i costi per la creazione della proposta di valore (altri fanno il lavoro per te)
  6. Presenza o meno di limiti alla crescita del business (scalabilità)
  7. Presenza o meno di vantaggi sostanziali rispetto alla concorrenza (protezione dai competitor)

 

Come si evince, in base alla presenza o meno di determinate condizioni un modello di business può essere più performante rispetto ad un altro. 

 

Questa consapevolezza è fondamentale se si intende definire una strategia che miri al miglioramento delle performance cercando di agire sulle cause determinanti rispetto ai risultati economico finanziari.

 

Se hai già mappato il tuo modello di business, scaricando il test di autovalutazione puoi essere nelle condizioni di valutare da subito le performance  su una scala da 0 a 10 ed iniziare a definire le strategie di miglioramento.

 

Alfonso Panzetta

 

Alfonso Panzetta, commercialista, formatore, consulente e fondatore di Innova.Imprese, Cedfor e Scuola d’Impresa per Confartigianato, dopo aver maturato una significativa esperienza nell’ambito della consulenza sulle Micro e PMI sui temi del marketing, delle vendite e della consulenza manageriale si è specializzato in Business Innovation Managing al MIP la Business School del Politecnico di Milano. Oggi più che mai impegnato sui temi dell’innovazione all’interno del sistema Confartigianato. In particolare su come l’innovazione può diventare determinante per la crescita delle piccole e medie imprese.

Noleggio stampanti, Noleggio fotocopiatrici, Stampanti Napoli, Fotocopiatrici Napoli Agenzia SEO a Napoli Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi