+39 083 1840607

Blog

18 Giu 2018

Innovazione e imprenditoria: perché gli imprenditori devono imparare a farla

/
Posted By
/
Comments0
/

In tutti i business, nei mercati e nei settori in cui operiamo vi è un naturale ciclo di avvenimenti che si conseguono nel tempo e una relazione più o meno stretta tra innovazione e imprenditoria. C’è una fase di studio e test preliminare, una fase di crescita, una fase di maturazione ed infine la fase di decadimento. In ogni business e in ogni mercato l’introduzione di una nuova tecnologia o di un innovazione in genere può far nascere un nuovo ciclo. Questo percorso viene chiamato il “ciclo di vita” e caratterizza il contesto in cui ogni imprenditore si trova in un determinato momento a dovere prendere decisioni vitali per il proprio business e per la propria azienda.

Ma non tutti gli imprenditori hanno il coraggio di affrontare la fase preliminare di un business, parliamo della fase di studio, test e prototipazione, quella che ha a che fare con l’ideazione e la validazione di un nuovo concept. E’ quella fase in cui si sostengono costi per realizzare e lanciare un prodotto senza avere ancora la garanzia di un ritorno. Solo gli imprenditori innovatori sanno raccogliere la sfida di un nuovo business, gli altri si limitano ad aspettare il momento giusto per entrare magari nella fase più avanzata del ciclo di vita, quella riguardante la fase di sviluppo o addirittura nella fase di maturazione quando i rischi sono quasi completamente annullati e il business consolidato da un mercato ormai sotto controllo.
In tutti i contesti, come nel mercato, così nello sport e nel mondo del business ci sono i leader che spianano la strada e ci saranno sempre i follower che seguiranno. Gli imprenditori innovatori sono leader, perché hanno una visione e il coraggio di imporre un proprio modo di vedere le cose. Di esempi ce ne sono tanti. Imprenditori che hanno rivoluzionato mercati e settori, con le proprie innovazioni hanno sempre fatto la differenza nella distanza. Chi si aspettava, qualche decina di anni fa che un semplice motore di ricerca potesse diventare quello che rappresenta oggi Google, o chi poteva minimamente immaginare che un rivenditore di libri on line, sarebbe potuto diventare la più grossa piattaforma commerciale nel mondo. Di esempi di questo tipo, ma meno eclatanti ci sono anche nelle nostre piccole e medie imprese italiane.

Innovazione e imprenditoria: il successo anche in un periodo di crisi

innovazione e imprenditoria

Le imprese che hanno successo oggi sono quelle guidate da imprenditori che nel mezzo della crisi hanno capito di dover fare innovazione per uscirne, avendo l’audacia di fare le cose che gli altri non facevano e questo modo di fare alla lunga ha premiato. Basta guardarsi attorno e capire subito il motivo per cui tante piccole e medie imprese brillano di luce propria, mentre tante altre fanno fatica ad andare avanti. La differenza tra queste due tipologie di imprese è il diverso atteggiamento dei loro titolati e del management verso l’innovazione.
Ma c’è un’altra fregatura che aleggia nell’aria con la propensione a colpire tutti quegli imprenditori attendisti: la velocità con cui i business si evolvono.
Una volta il ciclo di vita di business aveva una durata di venti o trenta anni, oggi è impensabile questa durata, non ci sono più questi tempi, perché i business, i mercati e i settori si evolvono continuamente e diventa difficile entrare in un business che si evolve velocemente come un treno ad alta velocità in corsa. Se non hai già le mani in pasta, non conosci le tecnologie portanti di un business, fai fatica ad apprenderle e mettere in pratica velocemente, perché non si fa in tempo ad attrezzarsi, che nel giro di un istante, una nuova tecnologia o un’innovazione rivoluzionaria potrebbe cambiare le regole del gioco ancora prima di aver recuperato l’investimento fatto.
Questo è il motivo per cui non vale più la pena fare l’imprenditore aspettando alla finestra, perché rischi di farti del male, tanto vale diventare leader con un nuovo business, in un nuovo mercato creato da te in cui sei tu ad imporre le regole.
Ma come si fa? Come fanno le aziende a fare innovazione?
Per rispondere a questi interrogativi bisogna conoscere i concetti di base e le metodologie utilizzate ne i centri di eccellenza in Italia e nel mondo per mettere nelle condizioni le imprese nel fare innovazione.

Innovazione e imprenditoria: l’importanza della formazione

Per questo Innova.Imprese attraverso eventi formativi sull’innovazione per le pmi e percorsi strutturati, in aula o direttamente in azienda, supporta gli imprenditori ed il loro staff ad affrontare processi di innovazione per la concezione di nuovi prodotti/servizi, l’individuazione di nuovi mercati o per un accompagnamento nella riorganizzazione aziendale. Nelle aree strategiche, come il marketing e le vendite, nel controllo di gestione e nella finanza, la riorganizzazione passa attraverso l’accrescimento delle competenze presenti in azienda, per questo diventa imprescindibile per ogni tipologia di impresa presidiare queste aree consapevoli che l’innovazione pervade anche queste aree.

Ruota dell'Annunziata - Napoli Livenet News Network Sale Slot